LE PIU' BELLE SPIAGGE DI PANTELLERIA - CONOSCEREPANTELLERIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

LE PIU' BELLE SPIAGGE DI PANTELLERIA

CONOSCERE
LE SPIAGGE DI PANTELLERIA

L’isola di Pantelleria ha un profilo che va dal lato Nord con coste molto basse al lato Sud con alture e falesie. Una strada asfaltata percorre tutto il perimetro dell’isola (circa 40 Km) con deviazioni verso la costa con piccoli sentieri o strade in terra battuta o in asfalto, che raggiungono i luoghi di balneazione in piccole calette o nelle estremità della costa. Tutti i luoghi di balneazione a Pantelleria sono privi di sabbia e in alcune baie vi sono ciottoli di pietre vulcaniche levigate dai millenni. I fondali in prossimità delle “spiagge” sono vulcanici e quindi irregolari, ma i colori e la limpidezza del mare sono unici e con la vegetazione mediterranea costiera di rosmarino, ginepro, limonio ed elicriso di Pantelleria ed anche i terrazzamenti di vite zibibbo che fanno da sfondo al palcoscenico paesaggistico di calette ciascuna diversa dalle altre. Vi sono in tutto il perimetro della costa dell’isola di Pantelleria trenta punti di balneazione accessibili, ogni uno diverso per bellezza o comodità.



LE PIU’ BELLE SPIAGGE  DI PANTELLERIA
classifica delle spiagge per tipologia



LA SPIAGGIA PIU’ PRIMITIVA

Balata dei Turchi è uno dei luoghi di maggior fascino paesaggistico, la geologia dell’isola si legge negli strati vulcanici delle falesie che la sovrastano con i frammenti di un’antica cava di ossidiana del periodo preistorico. L’accesso al mare è facilitato dalla degradante lastra (balata) di colata di lave ignimbritiche è un ideale luogo di balneazione per la sua posizione all’estremo punto sud dell’isola con attorno le falesie e boschi mediterranei.



LA PIU’ VULCANICA

Porticciolo di Gadir è un piccolo villaggio con un porticciolo e uno scalo di alaggio utilizzato stagionalmente dai panteschi come luogo per le vacanze estive. In antico era un comodo approdo per rifornirsi d’acqua dai pozzi (buvire) e per il rimessaggio delle barche. Vi sono terapeutiche vasche con sorgenti di acqua calda vicino al mare costruite dai pescatori, oggi sono state rimodernate come anche la battigia e nonostante tutto si riesce ancora a percepire com’era l’antico fascino di un vero luogo di mare utilizzato anche per la balneazione.



LA PIU’ SOLITARIA

Cala Cottone è un’insenatura utilizzato sino ai primi dell’800 come imbarco per trasporto del cotone, che era una delle principali coltivazioni. Oggi un sentiero coperto in parte da lecci e corbezzoli, attraversa la valle che porta a una riparata e poco frequentata spiaggia di ghiache, (ciottoli) in una piccola baia dove vi è anche l’unica buvira (pozzo d’acqua) ancora integra.  


LA SPIAGGIA DI PANTELLERIA PER I BAMBINI

Le Balate di Kartibuale è una distesa piana di lave di ignimbrite che dopo un fenomeno di bradisismo avvenuto nel 1891, ha cambiato leggermente la linea di battigia. Altro nome in una carta del 1800 era anche “Ultimo sbarco dei turchi”. La lunga costa offre piccole insenature diverse sia come fondali sia come accessi al mare. Una piccola caletta fatta di ciottoli levigati si trova sotto una falesia di Punta Pozzolana, utilizzata come scalo di alaggio per piccole barche di pescatori dilettanti nella stagione estiva. E’ molto frequentata e adatta anche ai bambini ed è protetta parzialmente dal vento predominante di scirocco.      



LA SPIAGGIA CON IL PIU’ BEL PAESAGGIO

Cala Levante vi è un insediamento di dammusi abitato in estate per la pesca amatoriale e la gestione di attività turistiche quali ristoranti resort e diving con i due piccoli porticcioli con gli scali di alaggio. La costa accanto all’Arco dell’Elefante è un luogo di balneazione che unisce alla bellezza dei fondali un panorama unico come il Faraglione e l’Arco, che sono le identità di questo luogo. Storicamente approdo commerciale in epoca punica, oggi è anche un sito di archeologia marina con i resti di navi onerarie di epoca punica e romana.



LA SPIAGGIA DEI TRAMONTI

Suakl una spiaggia romantica, una spiaggia sul tramonto e poter vedere la costa dell'Africa, trovare l'unico esempio di una vasca Punica in cocciopesto per la raccolta dell'acqua di una antica sorgente che sfocia a mare.




LA SPIAGGIA DI PANTELLERIA PIU’ PROTETTA DALLO SCIROCCO

Bue Marino è il luogo di balneazione molto utilizzato dai panteschi per la vicinanza a Pantelleria Centro e per l’accessibilità facilitata da interventi minimi fatti già molti decenni fa (gradini e qualche ripiano in cemento). I fondali sono degradanti e anche poco profondi e protetto dallo scirocco. La natura vulcanica della roccia è composta di una colata di lave basaltiche e nello specifico di tipo hawaiitico. La toponomastica si richiama a una presenza sino ai primi del 1900 di esemplari di foca monaca nelle grotte sotto la scogliera.  



LA SPIAGGIA DI PANTELLERIA PIU’ PROTETTA DALLA TRAMONTANA

Martingana grazie al microclima marino e l’esposizione a Sud, è una delle contrade dove matura per prima l’uva zibibbo. La Cala dei Corsi con uno scalo di alaggio (il nome deriva dall’utilizzo per incursioni corsare sulle navi di passaggio) oggi utilizzata insieme alla splendida Cala Rotonda come luogo di balneazione più protetto con venti di maestrale.   



LA SPIAGGIA CON I FONDALI PIU’ BELLI

Mursia Un luogo di mare utilizzato sin dalla preistoria per l’approdo e la pesca poiché  si trova proprio sotto il villaggio preistorico di Mursia (significato porto). I ciottoli chiari levigati nei millenni, i fondali bassi e tra i più belli e il facile accesso al mare unito al fascino della storia lo rendono esclusivo.  


                                         
 L’UNICA SPIAGGIA DI SABBIA A PANTELLERIA
Unica spiaggia di sabbia a Pantelleria è al lago Specchio di Venere, è il luogo più affascinante dell’isola,  unico in tutto il mediterraneo (nessuna piccola isola dei Mediterraneo ha un lago). La definizione di Specchio di Venere è appropriata in quanto l’acqua contiene dei minerali che ampliano l’effetto di riflessione del paesaggio circostante che è un Parco Protetto. Immergersi nelle sue acque limpide e con alcune zone dove sorgono acque termali è un’esperienza esclusiva. Distendersi al sole sulla bianca sabbia che contrasta con il paesaggio verde dei boschi che la circondano, è….Pantelleria    

MAPPA DELLE SPIAGGE DELL'ISOLA DI PANTELLERIA
Spiaggia dell'Arco dell'Elefante con vista Faraglione - foto con drone
ELENCO DELLE SPIAGGE DI PANTELLERIA
1PAESE16
MARTINGANA
2PUNTA BUE MARINO17CALA DIETRO ISOLA
3BUE MARINO18BALATA DEI TURCHI
4CALA ROSSA19PORTICCIOLO DI NICA'
5LE BALATE20SCALO SCAURI
6KATBUALE21PUNTA TRE PIETRE
7PUNTA GATTARA22MASIKIBE'
8CALA DEI CINQUE DENTI
23GROTTA DI SATERIA
9LAGHETTO
24CALA SUAKI
10CALA COTTONE
25SUAKI
11GADIR26RONCONE SALERNO
12CARACE27PUNTA FRAM
13 CALA TRAMONTANA28CAVA
14CALA LEVANTE29MURSIA
15CALA DELL'ARCO30CALA MODICA
Grafico dei dati statistici  di 25 anni  di osservazione  del mare dell’isola di Pantelleria , suddivisi in giorni dello stato del mare dei mesi
di Giugno - Luglio  - Agosto – Settembre

GIRO DELL'ISOLA IN BARCA A PANTELLERIA

La temperatura media  in estate della superficie del mare attorno all’isola di Pantelleria è tra 24° e  27°
panorama dell'Arco dell'Elefante e del Faraglione
Spiaggia dell'Arco dell'Elefante con vista Faraglione-foto con drone
ACCOGLIENZA, DAMMUSI DELLA TRADIZIONE, PREZZI ECONOMICI DEI DAMMUSI IN AFFITTO
info 3664036041
Torna ai contenuti | Torna al menu