ESCURSIONE ARCHEOLOGICA A PANTELLERIA - CONOSCEREPANTELLERIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

ESCURSIONE ARCHEOLOGICA A PANTELLERIA

ATTIVITA'



Da "Una gita all'isola di Pantelleria" del prof. Marchese Guido della Rosa (archeologo) 1870 a pag.142 dice "se a qualche mio lettore avverrà di fare un'escursione nell'isola, si abbandoni ciecamente alla guida, ed all'intelligente animale, senza alcun timore, e li vedrà percorrere i più scoscesi sentieri , i passi pericolosi, senza alcun sinistro. Il modo poi con cui lo scecco è sellato, da far ciò rimanere il cavaliere seduto colle gambe penzoloni, dinanzi alle spalle dell'animale, gli permetterà di fare escursioni per molte ore senza sentir fatica. Giovanni aveva 52 anni, ma ancora agile e svelto da ritenerlo sui 30. Vestiva secondo costume del paese, ciò una camicia rigatino, pantaloni eguali, fascia rossa alla cintola, berretto color fulvo da marinaio, e ciabatte. Questo sistema di calzature è adottato da tutti per poter reggersi, senza scivolare sulle lave, nelle quali sono aperte le strade"  Una descrizione di una escursione archeologica a Pantelleria che il marchese Della Rosa intraprende in quel periodo alla scoperta di antichità. Oggi si ripercorre quei stessi luoghi non certo a dorso di "scecco" che ormai sono purtroppo quasi estinti, ma percorrendo a piedi o con mezzi moderni, ma anche oggi ci si affida a delle guide (che non sono certo vestite alla "pantesca" ) che danno continuità al modo di proporsi con il visitatore attraverso un percorso archeologico che va dall’Acropoli di San Marco, al  villaggio preistorico di Mursia al tempio del Lago, sino al villaggio Tardo Antico di Scauri. Questi sono i 4 principali siti archeologici, ma a Pantelleria, vi sono altri 24 siti minori sparsi in quasi tutta l’isola, da Balata dei Turchi con le cave preistoriche  di ossidiana  ai ruderi del villaggio medievale di Favarotta o i menhir preistorici di Serraglia o i resti dell’insediamento monastico dell’ VIII sec d.C di Valle del Monastero. Una diversificazione storica  determinata dalla rilevanza strategica dell’isola di Pantelleria in tutti i periodi. Un viaggio nel tempo in un contesto paesaggistico dove sono visibili ancora oggi le tracce storiche del passato.     


Pantelleria - Sicilia- resti di cisterna punica e scalinata del tempio nell'acropoli di San Marco

ACROPOLI DI SAN MARCO

Pantelleria-Sicilia- Menhir preistorici di contrada Serraglia

MENHIR DI SERRAGLIA

Pantelleria -Sicilia _ scarti di lavorazione di ossidiana a Balata dei Turchi

SCARTI DI LAVORAZIONE PREISTORICA DELL'OSSIDIANA A BALATA DEI TURCHI

VALLE DI MONASTERO ( da ex insediamento monastico - IV secolo d.C)

Pantelleria - Siicilia- mura preistoriche di contrada Mursia

MURO ALTO DEL VILLAGGIO PREISTORICO DI MURSIA

LICHENI MILLENARI SULLE PIETRE DI UN SESE PREISTORICO A CIMILLIA

carta dettagliata dell'isola di Pantelleria con percorsi da trekking e monumenti archeologici



MAPPA DI PANTELLERIA
PER PERCORSI ARCHEOLOGICI-GEOLOGICI-STORICI

E' una mappa pieghevole generale dell'isola formato A2 (cm 42x59,4) che ha come prerogativa la chiarezza grafica e la  precisione di tutte le strade sia asfaltate sia in terra battuta che i sentieri. Altro elemento importante è che lateralmente vi sono delle leggende descrittive dei punti di interesse generale suddivisi in categorie.

  • Strutture architettoniche storiche con 37 punti di interesse

  • Manifestazioni di vulcanesimo secondario con 13 punti di interesse

  • Siti archeologici con 28 punti di interesse

  • Una leggenda storica

  • Una leggenda climatica

  • Una leggenda dati geografici

  • luoghi di balneazione



info 3664036041
Torna ai contenuti | Torna al menu